logo

Innovazione, ambiente e sviluppo

Sta diventando sempre più urgente superare la situazione d’emergenza per unire competenze e creatività nella progettazione di un futuro migliore.

Nelle fasi di riorganizzazione del sistema sociale, come quella che stiamo vivendo, è importante che uno spazio adeguato sia riconosciuto alla progettualità, allo sguardo innovativo verso il futuro. Solo con una adeguata visione prospettica è possibile scegliere come intervenire a risolvere i problemi urgenti e come pianificare l’impiego delle risorse.

Innovazione, ambiente e sviluppo, le tre voci indicate in questa proposta di laboratorio, che comporta una messa in comune di conoscenze e di progettualità, fanno apparentemente riferimento a tre diversi sistemi di valori:

  • Innovazione è sempre più vista come capacità di intervento creativo che, con la rottura di un equilibrio preesistente, mette in funzione nuove forze attraverso uno scarto di prospettiva e attraverso forme di cooperazione progettuale.
  • Sviluppo è abitualmente concepito come la prosecuzione potenziata delle attività già in opera, un incremento quantitativo e qualitativo delle risorse impiegate in modo da raggiungere migliori risultati.

Nel terzo millennio sta emergendo una nuova considerazione per l’ambiente, una considerazione che vede la realtà naturale come un tutto organico, una “biosfera” secondo il concetto elaborato da Vernadsky a inizio ‘900, che può rimanere in vita se ogni sua parte è in grado di autoregolarsi per garantire il giusto equilibrio tra le diverse forme di vita.

Il laboratorio che proponiamo intende mettere in relazione questi tre sistemi di valori in un processo che si ritiene unitario: quali sono i modelli innovativi di cui deve dotarsi il nostro paese per svilupparsi mantenendo un corretto rapporto con la natura e l’ambiente?

Le implicazioni di questo nodo problematico stanno diventando evidenti a tutti in questa fase della nostra vita politica:

  • Quali sono le infrastrutture da ristrutturare o da progettare e con quale modalità intervenire?
  • Che spazio e che risorse garantire alla formazione e alla ricerca?
  • Come stimolare e incentivare nuove e innovative forme imprenditoriali?
  • Quali sono i settori economico-imprenditoriali che è opportuno potenziare in Italia?
  • Come individuare il giusto equilibrio nell’impiego delle risorse naturali?

 

Tema non ancora impostato

Se sei interessato a questo tema segnalalo in questo form

0 found this helpful