logo

Democrazia digitale

E’ necessario conoscere a fondo i nuovi media ed è urgente elaborare un progetto politico all’altezza delle sfide che essi pongono alla società globale.

Uno degli storici obiettivi prioritari delle forme di governo democratico è stata quello di fornire opportunità e strumenti di partecipazione attiva alla vita politica al maggior numero di cittadini.

 

La recente evoluzione delle tecnologie digitali, sia per quanto riguarda la rapidità e la capillarità dei contatti sia per quanto riguarda il crescente peso economico e politico assunto dalla gestione e dal controllo delle informazioni, ha evidenziato le possibili conseguenze della continua ristrutturazione e redistribuzione in atto dei poteri nello spazio pubblico:

  • Avrebbe senso affidare le scelte politiche a una piattaforma internet?
  • Quanti sarebbero in realtà coloro che operano sulla piattaforma per esprimere la loro idea e incidere sulle scelte politiche e sociali?
  • Chi avrebbe il controllo dei dati e delle informazioni fornite dalla rete?
  • Quali controlli possono avere i cittadini sulle reali competenze e sulle reali intenzioni di coloro che operano attraverso i canali digitali?

“Attraverso internet si costruiscono personalità e identità, si definiscono relazioni sociali, viene alla ribalta una inedita autocomunicazione di massa si manifesta addirittura una nuova antropologia dell’uomo numericus” riporta Stefano Rodotà nella prefazione al libro di Antonio Tursi “Politica 2.0” che affronta il problema di come si sta riorganizzando la sfera pubblica.

 

L’obiettivo di un gruppo del studio promosso da LaboratorioDemocraticoItalia è quello di riflettere sull’evoluzione del tradizionale sistema dei partiti, fortemente ancorato al suo nascere al rapporto personale e alla partecipazione di gruppi ideologicamente motivati e ora travolto da lotte di potere lobbistico da una parte e da nuove forme tecnologiche di mobilitazione fortemente dipendenti da modelli comunicativi marketing oriented.

  • Come utilizzare in modo democratico le nuove tecnologie digitali?
  • Come aumentare il livello di utilizzo critico e di conoscenza dei processi in atto da parte dei cittadini?
  • Come facilitare nuove forme di consultazione e di scambio pertinente di informazioni e di interessi?

 

Tema in fase di avvio

Se sei interessato a questo tema, segnalalo su questo form

1 found this helpful