logo

Autonomia regionale differenziata.

Un difficile equilibrio

In questi ultimi anni è stato affrontato con diversi obiettivi e con diverse modalità il tema del rapporto di poteri e funzioni tra Stato e Regioni.

L’art. 5 della Costituzione individua nell’Autonomia e nel decentramento amministrativo la strada per il raggiungimento di una migliore qualità dei servizi che dipendono dallo Stato. Pur non essendo ancora stati definiti in tutti i loro aspetti, il riconoscimento e la promozione delle autonomie locali si confermano, ancora oggi dopo sessant’anni dalla firma della Costituzione, come punti di riferimento per l’azione politica.

Tra le diverse ipotesi in discussione, alla lettura “secessionista” o semplicemente non solidaristica dell’autonomia regionale, si può affiancare e opporre una lettura di rinforzo della partecipazione democratica e dell’adesione al prestigio e all’impulso innovativo dello Stato italiano nel contesto europeo e mondiale.

Demotopia ha ritenuto importante avviare un progetto di ricerca su questo tema mettendo in evidenza alcuni aspetti che si ritengono determinanti per una opportuna valutazione d’insieme:

  1. Il contesto costituzionale
  2. Le materie che costituiscono oggetto di valutazione e trattativa
  3. Le iniziative regionali che sono state precedentemente avviate in merito a questo tema
  4. Le iniziative che sono in corso di attivazione da parte delle Regioni
  5. Le trattative attualmente aperte tra Stato e Regioni
  6. I problemi che sono stati sollevati
  7. Le posizioni assunte da altri organismi rappresentativi a carattere politico sociale (partiti, Sindacati, Associazioni, ecc.)

Il progetto evidenzierà gli aspetti più significativi che emergeranno nel dibattito pubblico e metterà progressivamente a disposizione i documenti che riguardano le azioni (2017/2018) delle Regioni, dei Governi, della Camera e del Senato in merito alle proposte, agli accordi, alle prospettive legislative per affidare maggiore autonomia alle Regioni nel quadro degli art. 5, 116 e seguenti della Costituzione.

La tua valutazione

  • Share